Lettera di Giuseppe Vitale a Giuseppe Vitale

Oggi, 17 Dicembre 2020, nella cassetta delle lettere di casa mi è stata recapitata una lettera davvero singolare, commovente, piena di calore e affetto. Sono molto grato a Giuseppe Vitale per avermi scritto queste parole che per me sono di grande incoraggiamento e che mi fanno sentire amato, rispettato e compreso. Mi vien voglia, leggendola e rileggendola, di regalare ancor di più il mio cuore a tutti gli stimatori delle arti performative e non solo. Magari riuscirò a rispondere a questa lettera scrivendo anche io. Per ora ho deciso di pubblicarla qui perché è bella, parla bene di me (che non guasta) 😂, e perché ricorda qualche cosa che vorrei sapessero un po’ tutti quelli che mi seguono o che sono curiosi di quel che combino. Buona lettura!

Caro Giuseppe Vitale,

ti scrivo questa lettera per esprimerti tutta la mia stima e il mio apprezzamento soprattutto per il tuo recente operato, per quello che stai combinando in questi giorni, insomma.

Sono rimasto davvero molto colpito dalla generosità con la quale ti sei catapultato in due nuove avventure. Sono stupefatto dallo spirito d’iniziativa e dalla carica che stai dimostrando. Sembri un intero e temibile esercito all’opera! Mi riferisco al Teatro per Telefono e al Teatro d’Asporto: le tue due novità dal tuo catalogo d’artista versatile, con lampi di genio, che in alcuni frangenti sa raccogliere e rilanciare sfide aperte da altri. Non si tratta, infatti, questa volta di tue produzioni come lo sono, ad esempio, Mistero Salentino, spettacolo e nome di un duo che ti vede impegnato assieme a Paolo Carone, o del tuo podcast Radio Terrazzo, con il quale ci hai sorpreso durante il lockdown, che a me piace tanto e che spero riprenderai a breve.

Tu hai teso il tuo 👂 orecchio al momento, a ciò che nell’aria “si sente”. Hai preso la musica e hai iniziato a suonarla con i tuoi migliori strumenti: una voce dal bel timbro caldo e rassicurante, una presenza scenica molto potente, le tue capacità di andare a braccio rispetto al testo o di improvvisare all’istante. Io ti ho visto, sai, all’opera da vicino, molto di più di quel che pensi. E vedo che credi in te stesso e in quel che fai. Io vorrei farti sapere che sono sicuro che tu stia interpretando il tuo zen in questo periodo, lo zen del cantastorie (anche se tu non ami questo termine ma secondo me ti calza bene). Il 🌏 mondo ne aveva bisogno. Sia benedetto Ippolito Chiarello per aver lanciato le Unità Speciali di Continuità Artistica! E anche tu per aver impacchettato parrucche, giocattoli e la luna in una valigia di cartone che porti in giro per la città là dove la gente ha voglia di sentire e vedere storie e storielle, monologhi e pezzi teatrali (come quello su Pinocchio adulto), improvvisazioni e racconti (come Guerin Meschino e Recchi di ciucciu).

Sei davvero un bell’esempio per chi vuole intraprendere e coltivare una carriera artistica. Tu questa la stai intrecciando con la tua attività di formatore con le tecniche di apprendimento e di ricerca spirituale che stai sviluppando. Il 21 dicembre hai addirittura indetto Il Primo Natale Spirituale della storia: un’intuizione che porterà molto frutto ai suoi partecipanti, ne sono certo. Ti voglio un gran bene e mi auguro di rivedere presto da qualche parte, i tuoi occhi da ‘leone di San Cosimo’.

Il tuo fan #1.

Giuseppe Vitale

P.S: forte l’idea della lettera a te stesso, solo tu puoi avere il coraggio di scrivertela e pubblicarla pure! Sei un folle!

Ho giocato un po’ 😉. Un gioco che ti confesso, mi diverte e ha molti effetti benefici sul mio umore e che alimenta quell’amore che ognun deve dare a se stesso. Tu ti sei mai scritto una lettera? Parlane nei commenti, grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.