Giuseppe Vitale

Io sono Io

Questo sono io, questa è la mia faccia! E ce la metto sempre, del resto è il mio mestiere 😉 Che piaccia o meno il mio ghigno c’è, in qualunque situazione. Non recito mai! Odio recitare. Preferisco giocare! E questo sembrerà strano per un attore. Il fatto è che sono vero, sempre, sulla scena e fuori. Del resto io sono io, mi hanno dato il nome di Giuseppe, un cognome (Vitale) che forse viene dagli antichi romani, con un sangue anche un po’ normanno, mi hanno messo al mondo con tanto, tanto amore nel Febbraio del 1974. E nella vita faccio l’attore e faccio il formatore. So che molti a riguardo dicono: «io sono questo o quello». Per quanto mi riguarda il mio vero sé è, invece, oggetto di ricerca, come il Graal. In effetti un po’ cavaliere mi ci sento. In fondo il medioevo, che amo molto e che considero un periodo tutt’altro che buio, mi piace molto. Da quel periodo ho ripreso anch’io la tradizione giullaresca e affabulatoria, facendomi molto ispirare da Dario Fo. Cerco di portarne avanti l’eredità gigantesca attraverso i miei spettacoli.

Sulla via del cinema

Sulla via del cinema sono stato folgorato da Sergio Rubini nel 2004 e da allora ho lavorato per altri registi in film al cinema e serie tv. Su Mymovies puoi guardare la mia bio completa e i film in cui mi trovi. A tal proposito puoi guardare qui sotto una scena de L’amore ritorna (Sergio Rubini, 2004), il primo film a cui ho partecipato.

Cosa sto combinando ora

Se ti va di vedere cosa stavo facendo prima della pandemia, a quali progetti mi stavo dedicando puoi leggerti un articolo su due produzioni a cui stavo lavorando con la collaborazione del cantautore e musicista Paolo Carone. Invece più recentemente mi sto dedicando al Teatro per Telefono e al Teatro d’Asporto. Se ti va di seguirmi nei canali social e nel web eccoti i migliori link su di me.

Contattami ora, così magari iniziamo a conoscerci 😉