Auguri Speciali Oritani #10 di 10: Giuseppe Jossie Donatiello

C’era una volta una comunità di filosofi, poeti e medici che era conosciuta in tutto il Mediterraneo dedita allo studio della Torah, della cabala e degli astri. Tra questi vi era Rabbi Hananeel che un giorno ebbe una conversazione con il vescovo Teodosio. Siamo nel IX secolo ad Oria. I due conversano di teologia, secondo il racconto nel Sefer Yuhasin (il Libro delle discendenze). E passarono a parlare dei modi per calcolare la nascita della luna nuova, visto che l’indomani ci sarebbe stato l’inizio del mese. Teodosio gli chiese a che ora sarebbe apparsa. Hananeel ben Amittai indicò subito quell’ora, ma commettendo un errore di cui il vescovo si avvide perché aveva fatto quel calcolo per bene già in precedenza. Quindi ne approfittò per una “scommessa”: se il novilunio non si fosse verificato all’ora indicata dall’ebreo questi doveva convertirsi al cristianesimo. Altrimenti avrebbe ricevuto in dono il suo miglior cavallo, quello utilizzato per la sua intronizzazione, dal valore di 300 pezzi d’oro. Questo è uno degli episodi più affascinanti e significativi della storia della cittadina che oltre che ebrea fu messapica, normanna, romana, ecc. Ed è riportato in un articolo sulla rivista Coelum da un autore, il decimo di dieci complessivi di cui sto ora per dire. Tale articolo parla dell’astronomia ebraica medievale e della Supernova del Toro che per diverso tempo illuminò il cielo del 1054, l’anno dello scisma tra la Chiesa Romana e quella d’Oriente. È firmato da una persona che molto autorevolmente ne avrebbe parlato durante la Passeggiata nell’Oria ebraica che era prevista per l’8 Marzo 2020 e che comunque verrà riproposta appena possibile. Si tratta di un oritano che come Hananeel e come Paltiel l’astrologo guarda il cielo di notte e ne scopre i segreti. E lo fa così bene al punto che ha dato il suo nome alla Donatiello I: la galassia sferoidale nana che fa parte della costellazione di Andromeda e che dista dal nostro pianeta 9,98 milioni di anni luce. Per trovarla Jossie Donatiello, ha dovuto metterci tutte le sue competenze acquisite sin dal 1978, anno in cui inizia le sue esplorazioni siderali da dilettante. Perciò il 23 settembre del 2016 è un giorno che non dimenticherà mai per la scoperta sulla quale conviene leggere una bella intervista.

La Donatiello I in tutto il suo splendore.

Questo astrofotografo “dilettante” lo è solo per convenzione perché è riuscito a fare ciò che una lunga serie di astronomi professionisti non riescono a fare in tutta una vita. Anche perché è molto produttivo sia nelle sue osservazioni sia nelle sue pubblicazioni scientifiche, di cui si può avere un saggio attraverso i suoi numerosi articoli per BFC Space e la rivista mensile COSMO, dopo aver scritto per la storica Nuovo Orione. Sono contento e orgoglioso di terminare con lui la mia galleria di oritani a cui ho voluto dedicare i miei auguri speciali per il 2021, dopo aver parlato di Enza Pinto, Raffaele Trinchera, Gino Capone, Francesco Fistetti, Nadia Carbone, Antonio Benvenuto. Anche perché lo legano alla città i suoi quarantuno anni di speakeraggio radiofonico di cui la gran parte passati a Radio Oria (la stessa dove ha iniziato la sua carriera da ragazzino Vincenzo Sparviero tra l’altro), che ha anche diretto per dieci anni cioè dal 1997 al 2007. Inoltre ha fatto in modo di intitolare l’asteroide 77971 a Shabbetaj Ben Abraham Donnolo, medico e farmacologo del X sec., “il più grande figlio della Comunità ebraica di Oria, come viene definito in Gli Uomini, il Tempo, la Storia, pubblicazione-catalogo della mostra sui tremila anni di storia di Oria avvenuta nel 2000. E c’è anche uno zampino cinematografico in Jossie, che nutre ancora di più il mio affetto per lui. Nel 1995 su sua iniziativa un cratere di Venere di 27 Km, scoperto con il radar della sonda Magellan, è stato intitolato ad Anna Magnani.

Anche per lui, come per Antonio Corrado e Marcello Semeraro, il luogo più ispirante è Monte Papalucio, non solo per i ritrovamenti archeologici di cui ho già parlato, ma sia per la vista a 360 gradi che si gode da lassù sia perché negli anni ’70 era uno dei maggiori punti di ritrovo per i ragazzi del paese. Il suo personaggio preferito è, poi, è Amittai ben Shefatiah. Secondo Italia Giudaica “alcuni dei suoi inni sono detti angelici per il suo associarsi nel canto agli angeli,  che custodiscono i sette cieli e proclamano la santità di Dio, secondo la mistica delle ‘Dimore’ celesti (Hekhalot) di cui Amittai era cultore”. 

La cometa C/2020 F3 (NEOWISE) che sorge dietro la Cattedrale di Oria fotografata da Jossie Donatiello l’8 luglio 2020.

Per la cronaca la scommessa a cui accennavo nell’incipit andò a finire così: Hananeel tornò a casa dopo aver parlato con il vescovo e rifece il calcolo. Quando si rese conto dell’errore commesso si sentiva disperato. E l’indomani mattina prima dell’alba si mise a implorare Dio con tutte le sue forze. Accadde, allora, che la luna rimase occultata per tutto il giorno, probabilmente per le nubi. Teodosio rimase colpito dalle moine con cui aveva blandito il suo Creatore e decise di dargli 300 monete d’oro che Hananeel distribuì ai poveri e ai bisognosi.

«Mena!». Potremmo concludere con questa espressione, che non vuol dire che c’è qualcuno da menare, come s’intende a Roma. Semmai in romanesco potremmo tradurla con «ma che, davero?». Ma il salentino “Mena”, la parola preferita da Donatiello, ha molti altri significati a seconda del tono di voce con cui si esprime. Proviamo ad indicarne alcuni dei tanti:

  • sbrigati, «E mena, me’!»
  • «Meeeena», mi stai prendendo in giro?
  • «Mena quedda cosa!», butta quella cosa!
  • «Mena…», lasciami stare…
  • «Mena!», provaci!

Da quale dei tre aspetti di Jossie (l’astronomia, la conduzione radiofonica, i suoi legami con il mondo ebraico) sei più colpito e perché? Parlane nei commenti, grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.